Dona ora
18.08.2020

Situazione Coronavirus presso Comundo

L'11 marzo l'OMS ha dichiarato ufficialmente la crisi del coronavirus una pandemia. Tutti i paesi del mondo sono toccati in varia misura dal fenomeno, compresi i paesi in cui lavorano i cooperanti di Comundo. Abbiamo riassunto qui di seguito cosa significa esattamente questo per Comundo e per i suoi cooperanti e progetti nei vari paesi. 

L'11 marzo l'OMS ha dichiarato ufficialmente la crisi del coronavirus una pandemia. Tutti i paesi del mondo sono toccati in varia misura dal fenomeno, compresi i paesi in cui lavorano i cooperanti di Comundo. Nella maggior parte dei paesi sono state messe in atto misure immediate per prevenire ulteriori contagi, come chiusura delle frontiere, test sanitari e restrizioni nei luoghi pubblici. A oggi, non è chiaro per quanto tempo saranno valide queste e altre misure.

Abbiamo riassunto qui di seguito cosa significa esattamente questo per Comundo e per i suoi cooperanti e progetti nei vari paesi. In questa pagina vi informeremo regolarmente sulla situazione dei nostri cooperanti e dei nostri progetti. 
 

 Update 11.9.2020  

Ci sono cooperanti di Comundo che sono stati infettati dal coronavirus?

Attualmente Comundo ha un caso confermato di coronavirus che riguarda una cooperante in Bolivia.  Questa persona è attualmente sotto cura medica ed è seguita dal personale del nostro ufficio sul posto.

Quali misure di protezione ha preso Comundo per i suoi cooperanti all’estero? 

Tutti i collaboratori e cooperanti sono informati sulle più importanti misure di precauzione e igiene definite dalla Confederazione (www.bag.admin.ch) e dalle rispettive autorità locali e sono tenuti a rispettarle rigorosamente. Inoltre, gli uffici di coordinazione di ogni paese effettuano quotidianamente valutazioni individuali dei rischi e, se necessario, sostengono in modo individuale i cooperanti.  

Per i cooperanti che appartengono a un gruppo a rischio, Comundo ha organizzato il rientro in Svizzera o nel loro paese d'origine in collaborazione con l’ufficio di coordinazione locale e con gli stessi cooperanti a richiesta .

I cooperanti di Comundo riescono a continuare a lavorare nonostante la situazione attuale?

L’attuale situazione di lavoro e mobilità cambia da paese a paese. Tuttavia, le misure già adottate (o previste) dai governi locali nella lotta contro la pandemia sono paragonabili a livello internazionale e corrispondono in gran parte a quelle già adottate o pianificate nei paesi dell'area dell'UE; principalmente si tratta di misure di restrizione dei viaggi e dell’organizzazione di eventi. Per questo motivo molti cooperanti stanno attualmente lavorando da casa (home office) e/o si stanno riorganizzando con la loro organizzazione partner. Nella maggior parte dei casi è quindi più o meno possibile continuare a lavorare.

L’analisi attuale della situazione nei paesi di interscambio di Comundo indica

  • Circa il 90% di tutti i cooperanti è rimasto nel proprio paese di interscambio e la maggioranza di loro può continuare a lavorare a tempo pieno o con poche restrizioni. 
  • Otto cooperanti hanno interrotto il loro incarico a causa della situazione e sono tornati nel loro paese d’origine (ulteriori informazioni si trovano nelle rispettive pagine di progetto per ogni cooperante).
  • Tre cooperanti non sono stati in grado di iniziare il loro prossimo progetto o di partire per il paese d’interscambio.

Cosa succede con i progetti sostenuti da Comundo? 

I progetti delle nostre organizzazioni partner sostenuti dai nostri cooperanti contribuiscono in modo significativo a combattere la povertà e assumono ancora più importanza in una situazione come quella attuale. Per questo motivo, ci impegniamo come Comundo, insieme ai nostri partner locali, a continuare a portarli avanti, nel limite del possibile, anche in questa situazione di crisi, ma soprattutto nella fase successiva alla pandemia. Comunicheremo in modo trasparente e rapido qualsiasi adeguamento o eventuale conclusione anticipata di progetti.

L'analisi attuale della situazione nei paesi di interscambio di Comundo ha evidenziato anche quanto segue

  • La grande maggioranza dei progetti nei paesi nei quali Comundo è attivo possono essere portati avanti con piccoli adeguamenti. 
  • Circa sette progetti in Africa e in America Latina sono attualmente sospesi (principalmente progetti scolastici). 
  • Comundo persegue la strategia di fornire un sostegno a lungo termine ai progetti, per combattere la povertà in modo efficace e sostenibile. Ciò richiede anche la capacità di affrontare adeguatamente le battute d'arresto. Comundo adatta quindi il suo aiuto alla situazione attuale per poter sostenere i suoi partner anche in una situazione difficile.

Comundo è ancora alla ricerca di nuovi cooperanti nonostante l'attuale situazione di crisi? 

Sì, Comundo è alla costante ricerca di cooperanti con un profilo idoneo per i posti vacanti nei vari paesi ed è lieta di accettare candidature e CV da parte di interessati anche in questo momento. Poiché tra il primo contatto e la partenza per il paese di destinazione passano in media diversi mesi, non è necessario interrompere la ricerca di nuovi candidati in Svizzera o in Germania. 

Cosa devo fare se voglio candidarmi per un posto vacante?  

Come detto anteriormente, le persone interessate possono continuare a inviarci la propria candidatura. Eventuali colloqui informativi avranno luogo esclusivamente per skype o telefono, mentre il percorso di selezione e preparazione verrà riattivato a crisi superata, presumibilmente nel secondo semestre dell’anno. È molto probabile che alcune partenze dovranno essere rimandate di alcuni mesi. Vi ringraziamo per la vostra comprensione. 

Cosa succede con gli eventi programmati da Comundo?  

Comundo ha deciso di annullare tutti gli eventi programmati fino alla fine di giugno. Ce ne rammarichiamo molto e vi ringraziamo per la vostra comprensione.

Come sono organizzati attualmente gli uffici di Comundo in Svizzera? 

Tutti gli uffici di Comundo (Lucerna, Bellinzona e Friborgo) portano avanti il proprio lavoro in forma limitata e adeguata alla situazione attuale. La maggior parte dei collaboratori svizzeri sta lavorando da casa. Pertanto, gli uffici restano chiusi in tutta la Svizzera fino a nuovo avviso. Tuttavia, la disponibilità per telefono o e-mail è garantita (Vedi informazioni di contatto di Bellinzona nel riquadro informativo).

Ho altre domande importanti che non hanno ancora trovato risposta; a chi posso rivolgermi? 

Per domande specifiche relative all'attuale situazione della pandemia di Covid 19, si prega di utilizzare il seguente indirizzo di contatto: 

Comundo-Taskforce: bellinzona@comundo.org

 

Ulteriori contributi sulla situazione del coronavirus nei nostri paesi di interscambio
 

Coronavirus: opportunità per maggiore giustizia?

In Nicaragua nessuna misura contro il coronavirus

La quarantena per chi la casa non ce l'ha

I cambiamenti sono necessari

Quarantena prolungata in Bolivia

Il Nicaragua non si ferma

Coltivazioni urbane per sopravvivere al Covid19

Valorizzare il lavoro di cura, durante il Covid-19

Ecco come potete raggiungerci:


Ufficio Bellinzona dalle 8:00 alle 13:00 da lunedì a giovedì
Tel. +41 58 854 12 10
bellinzona@comundo.org o 
corinne.sala@comundo.org 
 

Ufficio Lucerna dalle 8:00 alle 13:00 da lunedì a giovedì
Tel. +41 58 854 11 00
luzern@comundo.org
 

Ufficio Friburgo al seguente n° di telefono: 079 780 98 67 o per fribourg@comundo.org