Dona ora

Per un migliore supporto psicologico

La psicoterapeuta Bitia Vargas sta lavorando in Bolivia per migliorare la cura delle vittime di violenza domestica. Poiché il personale dei punti di contatto ufficiali per le vittime è spesso sovraccarico, Bitia Vargas introduce metodi mirati in modo che possano affrontare meglio le situazioni critiche.

Secondo le statistiche nazionali, ogni anno in Bolivia 14.000 bambini e adolescenti subiscono violenze sessuali. Lo stato boliviano ha creato buone basi legali per proteggere i bambini e le bambine, gli/le adolescenti e le loro famiglie dalla violenza (leggi 348, 548). Sono stati così creati uffici comunali di protezione dell'infanzia (Defensorías), centri di assistenza integrale per le donne (SLIM) e un'unità di polizia specializzata in violenza domestica (FELCV). Tuttavia, queste istituzioni sono oberate dei casi da trattare perché i metodi di prevenzione e cura sono inadeguati. È qui che il progetto entra in gioco e impartisce questi metodi alle autorità responsabili.

Organizzazione partner
Per quasi un quarto di secolo, l'organizzazione non governativa Capacitación y Derechos Ciudadanos (CDC) si è impegnata nel rispetto dei diritti umani, specialmente per i gruppi di persone svantaggiate. Tra le altre cose, l'organizzazione sostiene le vittime della violenza domestica, i giovani delinquenti, i detenuti e la popolazione LGBTI. Queste persone sono particolarmente colpite dalle violazioni dei diritti umani e dall'arbitrarietà legale.

Da parte della CDC, Bitia Vargas lavora con varie organizzazioni non governative, università, scuole e, soprattutto, l'Unità Speciale di Polizia contro la Violenza Domestica FELCV. In tutte queste istituzioni, l'applicazione del metodo dell'intervisione (consultazione collegiale di casi per riflettere sull'attività professionale) e del bodywork (metodo di psicoterapia che si concentra sulla sensazione fisica momentanea), introdotto negli ultimi anni, deve essere migliorato e ancorato a lungo termine.

Obiettivi del progetto
Bitia Vargas, laureata in psicologia, porta una vasta esperienza come psicoterapeuta e come docente associata nelle università (psicofisiologia e metodo di intervisione). Da febbraio 2020, forma il personale di formazione della Polizia Nazionale in intervisione e lavoro corporeo, e accompagna il personale precedentemente formato delle organizzazioni non governative e dell'Unità Speciale di Polizia contro la Violenza Domestica nell'implementazione del metodo. Bitia promuove lo scambio di esperienze e sta realizzando un progetto pilota per introdurre il metodo dell'intervisione nelle scuole. Con le istituzioni accademiche e in particolare con quelle di formazione della polizia, sostiene l'adozione a lungo termine dell'insegnamento di questi metodi nel curriculum formativo. 

 

Attraverso il suo lavoro a Comundo, Bitia Vargas contribuisce a migliorare la qualità dell'assistenza alle vittime di violenza e alla cura di se stessi dei caregiver.

 

Cooperante

Bitia Vargas
Psicologa

Dati principali

01.02.2020 - 31.12.2021
La Paz / Bolivia
Diritti umani e democrazia

Dona ora

Progetti in Bolivia

E ora la palla passa a te!

  • Rimani aggiornato su posti vacanti all'estero 
  • e su esperienze di vita e progressi nei progetti dei nostri cooperanti

Iscriversi alla newsletter