Dona ora

Accesso all'istruzione sanitaria con l'e-learning

Un'istruzione accessibile a tutti non è una cosa scontata in Kenya. Soprattutto nelle regioni più povere, i giovani soffrono di difficili condizioni educative e di ridotte opportunità di lavoro. Le piattaforme di e-learning, per esempio nel campo dell'educazione sanitaria, possono fare la differenza.  

La pandemia di Coronavirus ha intensificato massicciamente questo problema: coloro che non hanno accesso a internet difficilmente hanno la possibilità di lavorare o studiare indipendentemente dal luogo in cui si trovano. Ma cosa succede se l'accesso a internet è disponibile, ma non ci sono opportunità educative virtuali? La Kenya School for Integrated Medicine (KSIM) offre un insegnamento tradizionale frontale dal 2007. Ma il college si trova in una piccola città che non è facilmente accessibile. La contea di Kwale è una delle regioni più povere del Kenya e ha alcuni dei problemi socio-economici più difficili. Qui, l'accesso all'istruzione è una sfida fondamentale per molti; sia per mancanza di fondi, sia per mancanza di trasporti o semplicemente per mancanza di offerta. 

Con adeguate offerte di e-learning da integrare insieme all'insegnamento di persona, la Kenya School for Integrated Medicine mira a migliorare notevolmente le opportunità educative per molte persone. Gli studenti e le studentesse provenienti da luoghi lontani potrebbero partecipare, includendo anche coloro con un background socio-economico difficile. In questo modo si può raggiungere un maggior numero di studenti e studentesse e allo stesso tempo includere persone già attive professionalmente. 

Comundo sostiene la Kenya School for Integrated Medicine in questa crescente e importante necessità grazie all'impegno di Michaela Verling. La scienziata della salute infatti sta sviluppando un concetto di e-learning insieme all'organizzazione partner di Comundo. Sta anche assistendo la scuola nella creazione di una piattaforma e-learning, moduli di formazione adeguati, materiali didattici digitali e linee guida. Il networking con altre istituzioni in Kenya e all'estero è altresì una parte importante per integrare a livello globale i metodi di e-learning nel programma educativo keniota in futuro.

L'organizzazione partner

La Kenya School for Integrated Medicine è un'organizzazione non governativa indipendente fondata nel 2007. Trasmette una conoscenza trasversale della salute sotto forma di corsi che toccano aree come la salute della comunità, la psicologia, ma anche il lavoro sociale, l'alimentazione sana e il giardinaggio. Con il suo approccio integrato, mira non solo a formare una nuova generazione di professionisti della salute, ma anche a fornire un'assistenza sanitaria accessibile ed efficace per tutti i kenioti. Al contempo, impiega 30 dipendenti e forma circa 150-200 studenti all'anno grazie ai suoi corsi. Mentre esistono altri tipi di college nella contea di Kwale, pochi offrono una combinazione di programmi sanitari, sociali e di nutrizione come quelli offerti dalla KSIM. 

Obiettivi del progetto

Grazie al lavoro di Michaela Verling, molti più studenti e studentesse avranno l'opportunità di seguire una formazione o una formazione continua nel settore sanitario in futuro. In particolare, i giovani provenienti da ambienti più poveri avranno maggiore accesso all'istruzione grazie all'e-learning, e di conseguenza avranno migliori opportunità di carriera. Inoltre, il personale docente della scuola riceverà un maggiore know-how nella preparazione, applicazione e comunicazione delle offerte di e-learning; questo rafforzerà l'intera istituzione educativa, rendendola più attrattiva e ideonea ai bisogni del futuro.

 

Cooperante

Michaela Verling
Specialista in scienze della salute

E-Mail

Dati principali

01.09.2021 - 31.08.2022
Kwale County / Kenya
Educazione

Dona ora

Grazie alla tua donazione, contribuisci a un maggiore accesso all'istruzione nel settore sanitario in Kenya tramite l'e-learning.

Progetti in Kenya

E ora la palla passa a te!

  • Rimani aggiornato su posti vacanti all'estero 
  • e su esperienze di vita e progressi nei progetti dei nostri cooperanti

Iscriversi alla newsletter