La Colombia chiede multinazionali responsabili

Le organizzazioni partner di COMUNDO in Colombia sostengono l'Iniziativa per multinazionali responsabili: una possibilità per identificare i casi di violazione dei diritti umani e inquinamento dell'ambiente e per continuare l'opera di costruzione della pace nel paese. Ecco la lettera inviataci.

Flyerbild Weg der Menschenrechte 2018 zur KOVI

Egregi signori, gentili signore,
 
vi arrivi il nostro saluto cordiale e fraterno. Negli ultimi anni siamo venuti a conoscenza dell'iniziativa che si sta sviluppando in Svizzera affinché le multinazionali con sede lì siano responsabili e garantiscano il rispetto dei diritti umani delle comunità in cui queste aziende sono presenti, così come il rispetto per l'ambiente. Per questo motivo, e tenendo presente che questa iniziativa è dibattuta alle Camere federali e che sarà oggetto di un successivo voto popolare, dal programma COMUNDO in Colombia abbiamo l'intenzione e l'interesse a collaborare con questa importante causa, affinché l’iniziativa abbia successo.
 
Come sapete, gli ultimi governi colombiani hanno attuato modelli economici basati sull'estrazione di risorse naturali, a volte in modo indiscriminato e attraverso legami con società multinazionali. Questo è il caso della mega miniera di carbone a cielo aperto, che si trova nella comunità di El Hatillo nel dipartimento del Cesar; un caso che conosciamo da vicino per aver accompagnato per tre anni la comunità interessata nelle sue trattative con l'azienda coinvolta (Glencore-Prodeco, azienda svizzera). L'ampia documentazione di questo caso particolare evidenzia le nefaste conseguenze sociali e ambientali, a causa della mancanza di misure vincolanti che richiedano a queste aziende di garantire il rispetto dei diritti umani e dell'ecosistema. I casi di questo tipo che ci dimostrano con forza che le pratiche delle multinazionali irresponsabili lasciano solo miseria e inquinamento sono purtroppo parecchi.
 
Come organizzazioni partner del Programma COMUNDO in Colombia, vediamo con preoccupazione e tristezza la sofferenza delle comunità a causa dei mega progetti di estrazione mineraria, tenendo conto del deterioramento socio-ambientale; siamo angosciati dalla violazione dei diritti umani delle popolazioni meno favorite e dal mancato rispetto del diritto alla consultazione delle popolazioni indigene; siamo allarmati dal futuro per l'approfondimento delle implicazioni del modello economico basato sull'estrattivismo e quindi siamo convinti dell'importanza di articolare gli sforzi e lavorare insieme e collettivamente a favore delle popolazioni, specialmente quelle rurali.
 
Come Programma COMUNDO in Colombia e come suoi attori (organizzazioni locali impegnate a costruire la pace basata sulla giustizia sociale), ribadiamo il nostro decisivo sostegno all'Iniziativa per multinazionali responsabili e abbiamo la volontà di cooperare con il nostro paese e il nostro lavoro facendo il necessario per contribuire a quanto sta succedendo in Svizzera. Ci rendiamo conto che una simile iniziativa è molto importante. Sappiamo che la lotta non è facile, che vi sono dibattiti in corso e che è necessario un lavoro di sensibilizzazione a livello di società civile svizzera, così come a livello governamentale, affinché l'iniziativa abbia successo.
 
In questo contesto, comprendiamo che far parte di COMUNDO ha un significativo valore aggiunto, che ci permette di unire le forze per rafforzare la difesa politica e raggiungere la giustizia sociale e ambientale per i nostri popoli. Consideriamo anche che la cooperazione attraverso l’interscambio di professionisti è un tipo di cooperazione più umano che genera empatia, stabilisce legami di fraternità e progetti di principi che ci uniscono. Per lo stesso motivo, sappiamo che avere un meccanismo che permette alle direzioni delle multinazionali di andare avanti con misure per identificare i casi di violazione dei diritti umani e dell'ambiente, intraprendere le azioni corrispondenti e rispettare le norme ambientali è un passo sostanziale che ci aiuterebbe a continuare l'opera di costruzione della pace in Colombia.
 
Vi ringraziamo in anticipo per la vostra attenzione e vi salutiamo, restando vigili su future e possibili azioni congiunte.

 
 
                                                  
 
 

 
 
                                

 

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Facebook!