Difendere i diritti umani in Perù, votando in Svizzera

Abusi da parte di multinazionali estrattive svizzere in Perù e iniziativa per multinazionali responsabili, come la società civile svizzera può intervenire nella difesa dei diritti umani nel mondo.

Glencore vertreibt indigene Bauern gewaltsam von ihrem Land

Una serata per approfondire la situazione dei diritti umani nella regione di Espinar, Cusco, in relazione all’attività di estrazione mineraria. Oltre ai grossi problemi ambientali dovuti all’inquinamento causato dai lavori di estrazione, sono infatti numerosi i casi di abusi e non rispetto del diritto alla salute, del diritto a vivere in un ambiente sano, del diritto di accesso al territorio e del diritto di protestare senza essere criminalizzati. Diverse multinazionali attive nell‘estrazione mineraria hanno sede in Svizzera ed è anche per poter fare pressione su quest‘ultime che è nata l‘iniziativa per multinazionali responsabili, su cui probabilmente la popolazione svizzera dovrà votare prossimamente. Durante la serata si potrà approfondire come questa iniziativa, se trasformata in legge, potrà appoggiare la difesa dei diritti umani nel mondo.

Con la partecipazione di :

  • José Ramiro Llatas Pérez, coordinatore locale in Perù di COMUNDO, è un avvocato specializzato nella promozione e difesa dei diritti umani attivo nell’associazione “Derechos humanos sin fronteras”.
  • Dick Marty, avvocato ticinese, è co-presidente del comitato in favore dell‘iniziativa per multinazionali responsabili.
Sabato 8 settembre 2018 dalle 18:00
presso la Sala Multiuso Inclusione andicap in Via Linoelum 7 a Giubiasco


Seguirà piccolo aperitivo per chi ha voglia di continuare la discussione.

Volantino della serata

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Facebook!