La speranza di un paese pacifico

Alla vigilia del secondo turno delle elezioni presidenziali del 17 giugno in Colombia, COMUNDO e le sue organizzazioni partner lanciano un appello per il proseguimento del processo di pace.

Preferiamo vivere in un paese che lavora per la pace e che ha imparato dalla guerra.
La Colombia sta attraversando un momento cruciale in cui il presente e il futuro vengono definiti dopo le elezioni presidenziali del 27 maggio 2018. Viviamo in un clima di incertezza ma anche di speranza, tra chi si sente più vicino che mai alla possibilità di cambiamento e chi si identifica con l'appello di alcuni settori a continuare con politiche basate sulla paura e sull'inganno che minacciano l'ecologia e la pace. In questo contesto, è importante trovare posizioni politiche che si impegnino a realizzare una giustizia sociale stabile e duratura.

Noi, esseri umani e cittadini del mondo, siamo venuti da molti luoghi per vivere insieme alle comunità e per accompagnarle e contribuire a superare le loro difficoltà; crediamo nel cammino della pace, della fraternità, della fiducia, della solidarietà, dell'amore, della giustizia sociale, del perdono e della riconciliazione.

Da Tumaco, Quibdó, Guapi, i quartieri periferici di Bogotá e Cali, Cauca e Orinoco, vediamo il profondo desiderio delle popolazioni e delle comunità di avere accesso a migliori condizioni di vita - salute, istruzione, alloggio, partecipazione, lavoro dignitoso - e, soprattutto, la possibilità di vivere senza paura.

Le comunità contadine, afro-colombiane, indigene, meticce e i cooperanti internazionali credono che la pace possa arrivare nelle nostre case e invitiamo pertanto la società colombiana e la comunità internazionale a continuare a sostenere il nostro desiderio di vivere finalmente in pace.
Per questo motivo, chiediamo saggezza e non rinunciamo alla speranza di cambiamento e trasformazione che abbiamo sempre invocato. È un'occasione per rafforzare la fiducia e la fraternità e per prendere decisioni che coinvolgano finalmente tutta la ricchezza e la diversità del nostro Paese. Vi invitiamo a scegliere chi fa ciò che avete concordato, cerca la verità, garantisce la diversità e negozia sempre per la pace come bene maggiore della società e, soprattutto, non ritorna in guerra.
È tempo di mettere da parte le differenze, di concentrarsi su ciò che ci unisce e di rendere possibile un paese pacifico e riconciliato!

Firmato da COMUNDO in Colombia e dalle sue organizzazioni partner:
FORCULVIDA
Consejo Regional Indígena del Cauca - CRIC
Pastoral Social Tumaco
Pastoral Social Quibdó
La Corporación Centro de Pastoral Afrocolombiana de Cali
Fundación Afrosinfronteras (Misioneros Combonianos)
COCOCAUCA
Fundación Proyecto Chasquis
Parroquia San Antonio María Claret Medellín del Ariari
Comisión Claretiana Jupic
Corporación Claretiana Norman Pérez Bello - CCNPB

I nostri progetti in Colombia

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Facebook!